Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

Consapevolezza e responsabilità morale

Le persone, a volte, fanno cose straordinarie mentre sono apparentemente inconsapevoli di quello che stanno facendo. Guidano auto, suonano strumenti musicali e a volte uccidono altre persone. La mancanza di consapevolezza è riconosciuta come una difesa in tribunale ma ci lascia perplessi il perché lo sia: dato che possiamo agire mentre siamo inconsapevoli, perché non dovremmo essere responsabili di quello che facciamo? Si parlerà del ruolo che la consapevolezza gioca nel comportamento, spiegando come persone affette da disordini di consapevolezza possano compiere azioni complesse ma come, a volte, debbano essere scusate per queste azioni. Si reagisce spesso a informazioni senza essere consapevoli di come queste ci condizioneranno e di come le risposte inconsce possano ridurre la responsabilità delle azioni che compiamo.

Interviene: Neil Levy Oxford Centre for Neuroethics and Head of Neuroethics at the Florey Neuroscience Institutes, University of Melbourne, Australia
Introduce: Michele Di Francesco rettore Scuola Superiore Universitaria IUSS, Pavia, Comitato Scientifico Associazione BergamoScienza
TAGS
  • Neuroscienze
  • etica
  • neuroetica
  • sperimentazione sul cervello
  • cervello
  • psicologia cognitiva
  • comprensione
  • consapevolezza
  • inconscio
  • incoscienza
  • responsabilità
  • automatismi
  • sonnambulismo
  • comportamento
  • mente
  • mente modulare
  • coscienza
  • priming mascherato
  • elettroencefalogramma
  • assoni
  • aree semantiche
  • processi esecutivi
  • sindrome di utilizzo
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166