Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

I paradossi della fame: è possibile l'accesso a un cibo adeguato per tutti?

Quasi un miliardo di persone, il 12.5% della popolazione mondiale, soffre la fame (FAO). Instabilità politica, assenza di democrazia e guerre sono i fattori determinanti: gli Stati con il peggior livello nutrizionale sono spesso poveri, afflitti da conflitti e/o sprovvisti di politiche adeguate per porre rimedio ai problemi più gravi in ambito economico, educativo, sociale e sanitario. Circa 200 milioni di bambini sotto i 5 anni non raggiungono uno sviluppo fisico e psichico consono alla loro età: il 90% di questi vive in Africa e Asia (Indice Globale della Fame). Oggi l’Italia, l’Europa e gli altri Paesi industrializzati sono chiamati ad agire concretamente contro la denutrizione nei Paesi poveri e anche contro l’assunzione di modelli alimentari scorretti che portano al sovrappeso e all’obesità. Secondo il Barilla Center for Food and Nutrition, siamo di fronte a un paradosso: i bambini obesi superano a livello globale quelli sottopeso, con un totale di 155 milioni contro 148 milioni. Il nostro stile di vita appare inoltre sempre meno sostenibile a causa dello sfruttamento delle risorse naturali (terra, acqua ed energia), di pratiche agricole che portano al degrado del suolo, di eccesso e spreco di cibo con 222 milioni di tonnellate di cibo buttato nei Paesi ricchi una cifra pari alla produzione alimentare dell’Africa Subsahariana, circa 230 milioni di tonnellate (FAO). La domanda: “È possibile l’accesso a un cibo adeguato per tutti?” si fa quindi più urgente e coinvolge tutti noi in qualità di cittadini e consumatori affinché i nostri comportamenti e le nostre scelte di consumo responsabile possano rendere più sostenibile la vita per il pianeta. La conferenza è realizzata nell’ambito di Food Right Now, una campagna europea di sensibilizzazione ed educazione sul tema della lotta alla fame nel Sud del mondo e sulla promozione del diritto al cibo per tutti.

Intervengono: Claudia Sorlini Facoltà di Agraria Università degli Studi di Milano; Paolo Magri vice presidente CESVI
TAGS
  • fame
  • paradosso
  • FAO
  • nutrizione
  • livelli nutrizionali
  • Africa
  • Asia
  • indice globale della fame
  • denutrizione
  • paesi poveri
  • modelli alimentari
  • abitudini alimentari
  • sovrappeso
  • obesità
  • Barilla Center for Food and Nutrition
  • stile di vita
  • stile di vita sostenibile
  • spreco
  • spreco alimentare
  • cibo
  • consumatori
  • Food Right Now
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166