Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

Nanotecnologie e salute

Le nanotecnologie cercano di trovare soluzioni a problemi medicali e di prevenzione che siano efficaci ed efficienti, oltre che a basso costo, per questo prendono come modelli le architetture degli esseri viventi, estremamente efficienti e a bassa richiesta di energia (basti pensare che un cervello fa miliardi di miliardi di operazioni al secondo utilizzando 100 watts mentre un PC fa 2 milioni di operazioni con 150 watts). Verranno presentati alcuni straordinari sviluppi delle nanotecnologie messi a punto nell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che includono: “carriers” artificiali in grado di rilasciare medicinali selettivamente su singole cellule malate; sistemi per l’identificazione di singole molecole mutate all’interno di un campione biologico, come la saliva, per poter fare diagnosi di malattia in luoghi che non hanno alcun sistema sanitario; materiali plastici totalmente biodegradabili derivati dagli scarti vegetali; plastiche responsive per protesi con caratteristiche funzionali simili agli organi originari come retina e pelle.

Interviene: Roberto Cingolani Istituto Italiano di Tecnologia di Genova
Introduce: Valerio Re Università degli Studi di Bergamo
TAGS
  • nanotecnologie
  • nanomedicina
  • drug delivery
  • carriers
  • rilascio selettivo di un farmaco
  • nanoteconologie e diagnostica
  • diagnostica
  • materiali biodegradabili
  • robot
  • robot per riabiltazione
  • protesi
  • plastiche responsive
  • plastiche funzionali
  • nanocipolle
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166