Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

La religione all’origine dell’agricoltura

Gli scavi dell’Istituto Archeologico Germanico a Gobekli Tepe, presso Urfa, Turchia sud-orientale, indagano da quasi vent’anni un grande sito rituale, un santuario, dotato di centinaia di stele antropomorfe straordinariamente istoriate, alte fino a 5 metri, eretto quasi 12.000 anni fa da gruppi di cacciatori raccoglitori. Finora si riteneva che le società preagricole, fossero socialmente e tecnologicamente inadatte a mobilitare grandi risorse e a organizzare centinaia di artigiani armati di soli attrezzi di pietra e di legno per uno scopo trascendente. Gobekli Tepe e altri siti mediorientali dimostrano il contrario, obbligano a ripensare la storia della complessità sociale e suggeriscono che forse fu la religione a far sviluppare l’agricoltura e la civiltà stanziale, piuttosto che il contrario.

Interviene: Roberto Maggi archeologo
Introduce: Stefania Casini Civico Museo Archeologico di Bergamo
TAGS
  • Gobekli Tepe
  • Urfa
  • Istituto Archeologico Germanico
  • siti archeologici
  • stele antropomorfe
  • stele
  • cacciatori raccoglitori
  • società preagricola
  • attrezzi in pietra
  • attrezzi in legno
  • religione
  • agricoltura
  • religione e agricoltura
  • civiltà stanziale
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166