Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

Quali colombe dal disio chiamate. Le idee, il cervello e la mente umana come reti di metafore

Sembra che utilizziamo circa cinque metafore ogni cento parole di conversazione. La mente umana crea e comprende metafore costantemente, per descrivere esperienze nuove, per comunicare emozioni, per abbellire il linguaggio fino alle vette della poesia. Eppure, nessun bambino apprende esplicitamente come risolvere frasi apparentemente paradossali come “Achille è un leone”. Studi recenti hanno rivelato che il cervello umano dispone di un complesso sistema di attivazioni cerebrali in grado di comprendere le espressioni figurate. Quando questo sistema è danneggiato, come può accadere nella patologia, si è confinati al mondo del linguaggio letterale, dove “Achille è un leone” risulta una frase insensata e incomprensibile. La conferenza affronterà questi temi, in un viaggio dall’arte retorica alle neuroscienze del linguaggio, per capire quali siano i fondamenti neurali dell’abilità tipicamente umana di dire qualcosa nei termini di qualcos’altro.

Interviene: Valentina Bambini Scuola Superiore Universitaria IUSS, Pavia
Introduce: Andrea Moro Scuola Superiore Universitaria IUSS, Pavia, Comitato Scientifico Associazione BergamoScienza
TAGS
  • metafora
  • trasferire il significato
  • senso metaforico
  • comprendere concetti nuovi
  • mente umana
  • cervello
  • attività celebrale
  • linguaggio
  • sistema di attivazioni cerebrali
  • espressioni figurate
  • linguaggio letterale
  • arte retorica
  • neuroscienza
  • neuropragmatica
  • costruire analogie
  • pensare
  • vedere
  • immagini espressive
  • somiglianza
  • parola
  • concetto
  • vantaggio cognitivo
  • approcci psicoterapeutici
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166