Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

3rd Rita Levi Montalcini Memorial Lecture: Flagelli, pestilenze e pandemie

Dal XIV secolo, l'Europa fu devastata, ad intervalli regolari, da epidemie di peste che uccisero un altissimo numero di persone. Ora, con i moderni antibiotici, la peste non è più un problema fondamentale per noi; ma la popolazione umana, specialmente grazie ai voli aerei, è a continuo rischio di nuove infezioni. I virus emergenti dell'influenza A, che possono girare nel mondo a velocità incredibile, sono il principale pericolo conosciuto; l'esperienza degli ultimi 15 anni suggerisce, tuttavia, che potrebbero esserci molti altri patogeni che potrebbero causare preoccupazioni. Discuteremo di problemi conosciuti e possibili, insieme al meccanismo protettivo che noi attualmente comandiamo. L'idea che l'umanità sarà devastata da qualche infezione finora sconosciuta che si manifesterà e propagherà con enorme velocità è improbabile, a causa della forza e del livello di sofisticazione della scienza contemporanea in questo campo.

Interviene: Peter Doherty Premio Nobel per la Medicina nel 1996 Introduce: Edoardo Boncinelli presidente Comitato Scientifico Associazione BergamoScienza

Breve biografia di Peter Doherty:

Premio Nobel per la Medicina nel 1996
Nato: 15 Ottobre 1940, Brisbane, Australia
Affiliazione al momento del premio: St. Jude Children's Research Hospital, Memphis, TN, USA
Motivazione per il premio: “per le scoperte riguardanti la specificità della difesa immunitaria cellulo-mediata”
TAGS
  • Pandemia
  • antibiotici
  • infezioni
  • virus
  • patogeni
  • sistema immunitario
  • anticorpi
  • antigene
  • immunita mediata da cellule
  • Pasteur
  • Kock
  • antivirali
  • ebola
  • HIV
  • AIDS
  • linfociti
  • globuli bianchi
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166