Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

Scienza e musica

“Musica è un esercizio aritmetico della mente che conta senza sapere di contare”: le più recenti scoperte della psicoacustica sembrano suggerire che questa di Leibniz fu un’intuizione profonda. Esistono dei meccanismi che permettono al sistema orecchio-cervello di definire per un suono una precisa altezza, di amalgamarlo in un timbro unitario e compatto e di avere delle preferenze naturali per insiemi di suoni che rispettino determinate condizioni di periodicità temporale.

Relatore: Andrea Frova Università La Sapienza, Roma
Introduce: Gabriele Rinaldi Orto Botanico L. Rota, Bergamo
TAGS
  • il linguaggio della natura
  • sostenibilità
  • vibrazione-cervello
  • estetica musicale
  • neuroscienze
  • movimento che commuove
  • movimento corporeo della musica
  • Heimholtz scienza della musica
  • consonanza
  • dissonanza
  • regole alternative
  • misticismo di Keplero
  • pscicoacustica
  • spari neurali
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166