Per poter visualizzare il video devi iscriverti o fare accesso alla piattaforma

La cosmologia contemporanea e il creazionismo

Per creazionismo si intende la credenza assoluta nell'interpretazione letterale, e non simbolica, del racconto biblico delle origini (secondo cui il mondo sarebbe stato creato da Dio così com'è, in sei giorni, circa seimila anni fa); e, di conseguenza, negazione di tutti i modelli scientifici di evoluzione, sia per l’universo nel suo complesso, sia per gli esseri viventi e l’uomo. Il creazionismo, secondo i suoi critici, non è soltanto un attacco alla biologia evoluzionistica, ma un attacco a tutte le scienze e al metodo scientifico nel suo complesso. Se i creazionisti avessero ragione sarebbero errate gran parte delle acquisizioni della cosmologia, dell’astrofisica, della biochimica, della geologia e di tutte le scienze naturali, discipline che invece hanno dato prova, in misura enorme, di convergere a conclusioni credibili e compatibili tra loro.

Relatori: Roberto Maiocchi storico e filosofo della scienza, Università Cattolica di Milano; Gianluca Bocchi Comitato Scientifico BergamoScienza
TAGS
  • cosmologia
  • creazionismo
  • teologia
  • teologi del processo
  • creazione continua
  • evoluzione
  • natura
  • religione
  • ateismo
  • creazione
  • positivismo
  • Dio
  • Dio creatore
  • tempo
  • cosmo
  • spazio
  • Copernico
  • universo
  • stelle
  • sole
  • storia della Terra
  • astronomia
  • tempo ciclico
  • conoscenza
  • Einstein
  • costante cosmologica
  • eternità
  • radiazione cosmica
  • universo stazionario
  • teoria relatività
  • fisica atomica
  • meccanica quantistica
  • inflazione
  • effetto tunnel
AGGIUNGI MAGGIORI INFORMAZIONI ALLA SCHEDA
AGGIUNTA PAROLE CHIAVE

ASSOCIAZIONE BERGAMOSCIENZA C/O BERGAMOSCIENCECENTER
SEDE SOCIALE: VIALE PAPA GIOVANNI XXIII, 57 - 24121 BERGAMO - C.F. 95150570166